Comune di Selegas

Chiese

PARROCCHIE
 
  Chiesa Parrocchiale di Sant'Anna e Gioacchino
La chiesa parrocchiale di S. Anna la troviamo già descritta in documenti del 1400 - 1500. Questa chiesa è in stile gotico - pisano del XII - XIII secolo. Nel campanile in una delle quattro campane troviamo la scritta "Seligas" 1608. La chiesa è composta da otto cappelle ed è arricchita dal marmo dell'altare e della balaustra. Una leggenda popolare vuole che i buoi che trasportavano il carico di marmo e diretto per la chiesa dei Martiri di Fonni, si fermasse a Selegas e non vollero ripartire. Accanto alla pila dell'acqua benedetta sono riposte le reliquie de martiri Virgilio e Serso che vennero uccisi sotto l'imperatore Flaviano il 23 gennaio 303 d.c. (dalla rivelazione del venerando Francesco Ortolano - Gesuita del 1623).
Notizie a cura del gruppo tradizioni popolari Selegas. 
 
  Chiesa di Sant'Elia
La chiesa di S Elia fu ricostruita sulla chiesa distrutta di S. Pietro apostolo nel 1810 (la chiesa di S. Elia si pensa sia appartenuta ai carmelitani scalzi in quanto è l'unico ordine che veneri questo santo).
 
  Chiesa di campestre di Santa Vitalia
La chiesa campestre di S. Vitalia fu ricostruita nel 1950 dove si trovava la precedente eretta nel 1887 da padre Domenico F. Serra.
 
  Chiesa Parrocchiale di Santa Vittoria in Seuni
La chiesa di Santa Vittoria di Seuni, frazione di Selegas, costruita nel 1581 venne demolita nel 1914 perché pericolante e ricostruita dopo la seconda guerra mondiale. Di sicuro interesse per via della struttura architettonica. In onore della Santa durante il mese di maggio si tiene la festa patronale, con cerimonie religiose e civili.
 
 
  Oratorio cinqucentesto del Rosario  
  Ruderi dell'antica chiesa di N.S. d'Itria  
  La Grotta di Lourdes
la grotta dedicata alla Madonna di Lourdes costruita a fianco alla parrocchia dove prima era presente un vecchio cimitero ormai in disuso.
 
Tutto il paese ha partecipato alla costruzione di questo luogo di culto voluto dal parroco  e consacrato il 17 giugno 1995 da S.E. mons. Antioco Piseddu vescovo di Lanusei.
 
La grotta viene usata per le celebrazioni liturgiche, è sempre aperta a tutti coloro che vogliono sostare a pregare. Tanti gruppi di pellegrini vengono a visitarla.
 
   L'Edicola della Madonna di Fatima
Per due volte la parrocchia di Selegas è stata visitata dalla statua della Madonna pellegrina di Fatima: a maggio del 97 e a marzo del 98. In ricordo di questo avvenimento è stata costruita una edicola sacra.